“Cetto C’è, senzadubbiamente”: Albanese ritorna al cinema nel ruolo di Cetto la Qualunque
Una scena del filmCinema

“Cetto C’è, senzadubbiamente”: Albanese ritorna al cinema nel ruolo di Cetto la Qualunque

Antonio Albanese ritorna a ricoprire il ruolo di Cetto La Qualunque nel nuovo film in uscita il 21 novembre

Antonio Albanese ritorna al cinema con “Cetto C’è, senzadubbiamente”, da giovedì 21 novembre nelle principali sale italiane.

Sono trascorsi dieci anni dalla sua elezione a sindaco di Marina di Sopra e di lui erano scomparse le tracce. Lo si ritrova in Germania, dove Cetto la Qualunque è diventato un pittoresco imprenditore di successo, che definisce la Germania come terra di conquiste e la mafia come un marchio raffinato.

Intanto ha aperto una catena di ristoranti che spopola tra la gente, ha una giovane compagna e due suoceri neonazisti. Ma la sua terra si fa sentire e ben presto ritorna nella sua città, per visitare sua zia malata.

In Italia la zia gli rivela un fatto strano sul suo passato: tutte queste novità cambieranno radicalmente il corso della sua vita. Cetto ritorna, ma questa volta non possiamo prevedere le conseguenze dei suoi gesti. La “Trilogia d’u Pilu” arriva al suo terzo film, diretto dal regista Giulio Manfredonia, con una sceneggiatura innovativa e moderna, firmata da Antonio Albanese e Pietro Guerrera.

Il film è prodotto da Wildside, Fandango e Vision Distribution, e sarà distribuito dalla stessa Vision distribution da domani.

171 letture