“Palermo raccontata ai bambini”: un tour alla ricerca delle tracce degli ebrei a Palermo

“Palermo raccontata ai bambini”: un tour alla ricerca delle tracce degli ebrei a Palermo

Vari luoghi della città 6 euro Prenotazione obbligatoria scrivendo a guidamica@ecotours.it o contattando il numero 366 4792679

In occasione della Giornata della Memoria è in programma a Palermo – 25 e 26 gennaio – l’evento “Palermo raccontata ai bambini”, all’interno del vecchio quartiere della Guzzetta.

In questo luogo si coglierà l’occasione per trattare dei regimi alimentari degli ebrei, i quali idearono alcune pietanze ormai caratteristiche della cucina palermitana.

Con la guida di Daniela Sireci, si potranno cogliere le tracce che gli ebrei hanno lasciato nella città palermitana, fino a quando, nel 1492 furono costretti a lasciare tutto a causa di un editto di espulsione, emanato dai Re spagnoli Ferdinando e Isabella, conservato ancora oggi presso l’archivio storico comunale.

Il tour parte da piazza Rivoluzione e prosegue per via Cantavespri, all’interno del vecchio quartiere della Guzzetta, dove sorgeva il macello kashèr. In questo luogo si coglierà l’occasione per parlare delle regole alimentari degli Ebrei, che inventarono alcune pietanze che sono ormai caratteristiche della cucina palermitana.

Si prosegue in direzione di piazza S. Anna per passare di fianco a via Lattarini (Suk-el-Attarin – mercato delle spezie) che delimitava il quartiere della Guzzetta a nord. Oltrepassata la via Roma, da via Discesa dei Giudici e si imbocca la via Ruggero Mastrangelo, l’antica arteria che congiungeva i quartieri della Guzzetta e della Meschita.

572 letture