“La ginestra, o fiore del deserto”: la storia di Gisella nello spettacolo di Mimmo Stroppiana
Mimmo StroppianaTeatro

“La ginestra, o fiore del deserto”: la storia di Gisella nello spettacolo di Mimmo Stroppiana

Un dramma storico che racconta la storia di Gisella, una vita messa a dura prova dalla seconda guerra mondiale e dalla perdita del proprio amato

“La ginestra, o fiore del deserto” è un dramma storico, scritto e diretto da Mimmo Stroppiana, che analizza l’introspezione del soldato, i traumi post bellici e la psicologia di una mente devastata da ciò che accade nel clima di una guerra mondiale. Lo spettacolo è in programma al Teatro Lucia Gianì di Partinico, domenica 10 novembre alle 18 e alle 21.

Nell’Italia scissa politicamente dalla seconda guerra mondiale sono varie le storie che fanno da cornice a dolore e sofferenza. Una di queste è la storia di Gisella, vedova di guerra nel 1943, che ha ormai smarrito la sua coscienza. La sua ripetitiva quotidianità, di tanto in tanto, viene interrotta da Ignazio, soldato reduce dalla campagna militare italiana in Egitto. Ignazio metterà Gisella a dura prova mostrandole la realtà della guerra e raccontandole le ultime ore vissute dal marito.

L’opera viaggia, dunque, su due binari paralleli in cui si alternano la realtà italiana, durante la fioritura della resistenza, e la realtà egiziana, durante lo scontro tra inglesi ed italiani. La struttura del dramma è a flashback, nel quale si alternano eventi del 1942 e del 1943 dove la centralità non è occupata dai personaggi ma da un fiore chiamato comunemente ginestra.

Il cast artistico è composto da Carlotta Di Modica, Gabriele Guida, Giupy Randazzo, Federico Punzi e la giovanissima Margherita Pollina. Il cast tecnico è composto, invece, dall’aiuto regia Mario Clames.

451 letture