” La mafia non è più quella di una volta “: la presentazione al cinema De Seta
Cinema

” La mafia non è più quella di una volta “: la presentazione al cinema De Seta

La prima uscita pubblica dell'autore di "Cinico Tv" dopo l'uscita del film, apprezzato dai critici, che indaga attraverso i protagonisti in modo spietato e irriverente

Una pellicola che ha scatenato critiche e considerazioni opposte, proprio come l’atteggiamento schivo e ritroso del suo regista, il palermitano Franco Maresco. “La mafia non è più quella di una volta” ha ottenuto consensi da parte della giuria internazionale della Mostra di arte cinematografica che si è svolta a Venezia dal 28 agosto al 7 settembre , aggiudicandosi il premio speciale.

Il 27 dicembre la presentazione al cinema De Seta alle ore 21. Una proiezione speciale in occasione della quale interverranno Franco Maresco, Giuseppe Lo Bianco, giornalista del Fatto Quotidiano, e Letizia Battaglia, fotografa e coprotagonista del film con Ciccio Mira. E’ una storia tutta siciliana che si sviluppa in un arco di tempo che va dal 2017 al 2018. Un periodo che viene sviscerato e attraversato da personaggi con caratteri agli antipodi: una fotografa dalla passione fervida e vigorosa ma ormai disillusa rispetto alle celebrazioni in ricordo del giudice Falcone e un organizzatore di feste di piazza alla ricerca di una nuova identità sul piano personale e professionale, che organizza una singolare manifestazione nel quartiere Zen dal titolo “Neomelodici per Falcone e Borsellino”.

Il criterio del giudizio e della memoria da una parte e la farsa della retorica dall’altra. Sullo sfondo un atteggiamento che vede accomunata tutta la società civile sotto il segno dell’ostentazione e dell’esibizione di sé stessi, che si tratti di intellettuali o proletari. Mille sfaccettature declinate con il solito spirito indipendente che vuole continuare a parlare di mafia in un mondo in cui tutto sembra tristemente annientato e privo di coscienza.

Il film è stato prodotto da Dream Film in collaborazione con Ila Palma e Tramp Limited. La critica ne ha apprezzato e condiviso l’originalità e la capacità di rappresentare uno spaccato temporale con vigore, fragile pessimismo e con una sensibilità che analizza una trasformazione quasi inevitabile della società e la “mancanza di senso” dell’essere umano.

157 letture