La Rai punta e vince con Filumena Marturano
Vanessa Scalera e Massimiliano Gallo. Fonte RaiTeatro

La Rai punta e vince con Filumena Marturano

Incantevole interpretazione di Vanessa Scalera e Massimiliano Gallo diretti da Francesco Amato, che si è lasciato ispirare da Eduardo De Filippo e Vittorio De Sica

Il ritorno in Tv, della grande commedia di Eduardo De Filippo, una nuova rivisitazione di Filumena Marturano, con Vanessa Scalera nei panni dell’iconico personaggio, un’ex prostituta che indaga sui bisogni e sui valori della famiglia. 

Filumena Marturano, una donna, tutte le donne, è quella vita in salita più delle altre, per lei che inizia dal buio della prostituzione e arriva all’inganno per ottenere, verità, giustizia e un ruolo. Non più solo governante ma “in casa padrona”, e se madre, anche moglie riconosciuta. I figli sono figli, e sono tutti uguali, nei giorni pari e nei giorni dispari. L’opera celebre di Eduardo, scritta nel 1945 per la sorella Titina, la prima commedia dell’autore, con protagonista un personaggio femminile, trova nel film per la Rai diretto da Francesco Amato, il volto e la voce di Vanessa Scalera. 

Una donna dolente, ma non stanca, non vinta dalla vita. Un testo datato, ma attualissimo, un testo forte che parla di perdono, di responsabilità paterna. Questo nuovo adattamento cinematografico lascia da parte il copione teatrale, e si rifà al film realizzato dallo stesso Eduardo De Filippo nel 1951. Scena dopo scena, si compie il dramma, asciutto senza lacrime, perché come vuole il testo, Filomena può piangere ma solo a giochi finiti; e Domenico Soriano (interpretato da Massimiliano Gallo) l’ex cliente e padre di uno solo dei suoi figli, lo sa bene da sempre. 

“Quando mi hanno proposto il ruolo sono scappata, ho detto subito di no, poi ho riflettuto sull’occasione enorme che mi era stata data” dice l’attrice protagonista, destinata a dar filo da torcere alle future “Filumene”, talmente straordinaria è stata la sua interpretazione.

A portare al successo quest’opera, patrimonio letterario del teatro e del cinema italiano, oltre Titina ed Eduardo, nel 1964 sono stati Sofia Loren e Marcello Mastroianni protagonisti di “Matrimonio all’italiana” diretto da Vittorio De Sica, e basato sullo stesso soggetto drammaturgico. Dopo dodici anni dall’ultima versione, che ha visto protagonisti Massimo Ranieri e Mariangela Melato, è toccato a Vanessa Scalera e Massimiliano Gallo confrontarsi con la grandezza dei personaggi che li hanno preceduti. Apprezzatissimo dal pubblico del piccolo schermo, in prima serata, a dimostrarlo i dati di ascolto resi noti dalla Rai 3,5 milioni di telespettatori e il 21,5% di share. Durante la conferenza stampa di presentazione, i due attori protagonisti hanno dichiarato di aver ricevuto una guida importante da parte del regista Francesco Amato, in ogni singolo passaggio. Ma sono loro a guidare l’azione, e a dominare la messa in scena televisiva.

1330 letture