Marvel ed il suo primo supereroe transgender: ecco la storia
Cinema

Marvel ed il suo primo supereroe transgender: ecco la storia

Lo avrebbe rivelato Kevin Fiege, boss di Marvel Studios: l'Universo Cinematografico Marvel avrà il primo supereroe transgender, che farà la sua comparsa in uno dei film in lavorazione in questo periodo

La casa di produzione americana Marvel decide di inserire all’interno del prossimo film un personaggio che crei consapevolezza e sensibilità rispetto alla tematica dell’inclusione. Il primo supereroe transgender dovrebbe comparire, secondo i ben informati, all’interno di “Thor: Love and Thunder in uscita nel 2021. Ma ci sono anche molti fan che pensano possa trattarsi del protagonista di The Eternals, la cui lavorazione è iniziata nel 2019 e che dovrebbe arrivare nelle sale a novembre del 2020.

In realtà nei fumetti esiste già un personaggio con una particolare identità: il suo nome è Sera ed è membro di un gruppo di angeli maschi e senza ali chiamati Anchorite, che sono tenuti all’interno di un tempio chiamato il Decimo Regno. Sera è l’unica degli Anchorite che ha effettuato la propria transizione verso un’identità femminile. Si tratta di un gruppo appartenente al mondo narrativo di Thor e da qui l’ipotesi che sia proprio il quarto film dedicato al dio del tuono quello al quale si è riferito Kevin Feige durante l’incontro con la New York Film Academy.

Dietro questa scelta motivazioni culturali ed economiche nel contempo, considerato il successo di pellicole come “Captain Marvel” e “‘Black Panther” e l’obiettivo ben preciso di realizzare film che rispecchino sempre più l’eterogeneità del pubblico. Un modo per far sì che lo spettatore possa sempre e comunque sentirsi coinvolto  sul grande schermo.

La nuova coraggiosa direzione dell’Universo Cinematografico conta su diversi film in uscita che avranno tutti una forte identità. Oltre a “The Eternals”, nel 2020 sarà la volta di “Black Widow” che avrà una donna come protagonista e poi nel 2021 uscirà il quartetto formato da  “Doctor Strange in the Multiverse of Madness”, il sequel ancora senza titolo di “Spider-Man. Far From Home”, “Thor: Love and Thunder”e “Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings” con il primo supereroe asiatico-americano. 

Il mondo Marvel rappresenta uno sforzo produttivo, narrativo e cinematografico che non ha eguali nella storia del cinema e anche in questo caso si apre ad un pubblico che vuole essere globale e inclusivo affermando con forza che tutti possiamo essere supereroi, senza alcuna distinzione.

 

463 letture