Milva, l’Addio di chi l’ha amata
MilvaAttualità

Milva, l’Addio di chi l’ha amata

Si è spenta questa mattina all'età di 81 anni, la straordinaria voce di Milva

L’addio a Milva, l’artista dalla voce intensa e dai capelli rossi, ha scosso la scena pubblica. Personaggi del mondo dello spettacolo e della politica hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa della cantante, vera icona della musica italiana.
Dario Franceschini, Ministro della Cultura, ha dichiarato: “Milva è stata una delle interpreti più straordinarie della canzone italiana. La sua voce ha suscitato emozioni profonde in intere generazioni. Un’italiana orgogliosa, un’artista che, partita dalla sua amata terra, ha calcato i palcoscenici internazionali rendendo globale il suo successo e portando alto il nome del suo Paese. Addio alla pantera di Goro”.
Anche altri esponenti del mondo dello

spettacolo, come Iva Zanicchi e Enrico Mentana, hanno espresso il loro dolore per la perdita di Milva, artista amatissima dal pubblico e dalla critica. La cantante, all’anagrafe Ilvia Maria Biolcati, è scomparsa all’età di 81 anni dopo una lunga malattia e un periodo di assenza dalle scene.
Iva Zanicchi, amica e collega di Milva, non riesce a trattenere l’emozione per la scomparsa dell’artista. “Sono davvero molto triste – dice in lacrime – mi ha chiamato stamattina un amico autore per darmi questa notizia devastante”. La cantante denuncia inoltre l’indifferenza mostrata dal mondo dello spettacolo nei confronti di Milva negli ultimi anni: “Era stata completamente dimenticata, quando invece meritava molto di più. Anche il premio alla carriera ricevuto a Sanremo era arrivato solo dopo molte pressioni dei colleghi e dell’opinione pubblica”.

Anche Pippo Baudo, conduttore di Sanremo 2007 insieme a Michelle Hunziker, ricorda l’ultima apparizione di Milva sul palco dell’Ariston. “Lei era sempre molto misurata, di grande classe, non faceva la diva per niente – dice Baudo – Anche nel suo ultimo Sanremo, nel 2007, faceva le prove con la passione e l’umiltà di una debuttante. Mentre io facevo i salti mortali con tanti suoi colleghi che imponevano orari e condizioni, a lei proponevi un orario ed era quello. Anzi, si presentava 10 minuti prima”.
Anche Mogol, autore di molte canzoni di Milva, ha espresso il suo dolore per la perdita dell’artista, sottolineando la sua grande professionalità e la sua capacità di esprimere emozioni attraverso la sua voce: “Era una ‘cantante’ con la C maiuscola – dice Mogol – ora il mondo è cambiato rispetto a allora: è cambiato il modo di cantare e il modo di comunicare quel che si canta; a quel tempo, la bella voce contava molto di più. Ma Milva, oltre a un buon timbro di voce, aveva anche un’impronta teatrale, quando interpretava i suoi brani”.

Dalla Francia arriva il saluto commosso di Amanda Lear che esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Milva: “Riposa in pace”, scrive. Anche Enrico Mentana, giornalista e conduttore televisivo, si unisce al cordoglio generale per la morte dell’artista, scrivendo su Instagram: “Addio, grande pantera”, accompagnando il messaggio con una foto in bianco e nero di Milva.
“Se n’è andata una delle più grandi interpreti italiane, un’artista straordinaria, dotata di grande talento vocale” dice Mentana, rendendo omaggio alla cantante.

Anche altri artisti del panorama musicale italiano esprimono il loro dolore per la perdita di Milva. “Ciao Milva nostra” è il saluto della cantante Giorgia. “Tutto il mondo del Teatro e della Musica italiana piange una grande artista. Ciao Rossa!”, aggiunge Gianni Morandi.
Claudio Baglioni, noto cantautore e conduttore televisivo, esprime il suo cordoglio per la morte di Milva: “È stata un’interprete straordinaria e unica. La sua voce ha dato forma e volo a musiche e parole, le più diverse, tra teatro e canzone, con una passione e una bravura assolute. Addio regina amazzone. Fa’ buon viaggio sul nuovo sentiero”, scrive Baglioni, rendendo omaggio alla grande artista.
La morte di Milva rappresenta una grande perdita per la musica italiana e per i suoi fan in tutto il mondo. La sua voce unica e la sua intensa interpretazione lasceranno un segno indelebile nella storia della canzone italiana. La sua eredità artistica rimarrà per sempre nei cuori di coloro che hanno avuto la fortuna di ascoltarla.

689 letture