Modigliani a Parigi: l’artista in mostra al Museo della città di Livorno
Arte

Modigliani a Parigi: l’artista in mostra al Museo della città di Livorno

Si aprono le porte sulla vita di Modigliani a Montparnasse, in un’unica mostra inedita a Livorno, in programma fino a febbraio 2020

In occasione del centesimo anniversario della sua morte, Livorno organizzata una mostra interamente dedicata alla vita di Amedeo Modigliani durante il suo soggiorno a Parigi, nel quartiere di Montparnasse.

Qui avviene la svolta veramente importante: l’amicizia con Constantin Brancusi, il contatto con l’arte antica e primitiva, l’incontro con la scultura. Ed è proprio alla scultura, che Modigliani comincia a rivolgersi a partire dal 1909, su impulso di Brancusi.

Nella città natale di uno degli artisti più grandi, controversi e rivoluzionari del 900, l’esposizione di 14 dipinti e 12 disegni è curata dal comune di Livorno e dall’omonima Fondazione con la partecipazione dell’istituto Restellini di Parigi.

Il ritratto “Fillette en Bleu” del 1918, il ritratto “Elvire au col blanc” del 1916 e la “Cariatide (blue)” del 1913 sono solo alcuni dei capolavori esposti dell’artista toscano, raramente visibili al pubblico e collezionati da Jonas Netter.

Accanto a quelle del Modigliani sono presenti opere di altri grandi artisti: Maurice Utrillo, Suzanne Valadon e Andrè Derain, anche loro esponenti della École de Paris.

La mostra è visitabile fino al 16 febbraio 2020 presso il Museo della Città di Livorno, nel quartiere Venezia. Modigliani torna a rivivere nei quartieri in cui è nato e si è formato e lo fa come nei suoi ritratti, in modo avvincente e senza veli.

361 letture