Sanremo 2021, trionfo del rock con i Maneskin
I Maneskin, vincitori del Festival di Sanremo 2021. Foto LaPresseManifestazioni

Sanremo 2021, trionfo del rock con i Maneskin

La band romana, sarà l'orgoglio italiano all'Eurovision Song Contest 2021 a Rotterdam

La 71esima edizione del Festival di Sanremo è stata un’edizione davvero particolare, caratterizzata dalla pandemia che ha costretto gli organizzatori a ripensare l’intero format per garantire la massima sicurezza degli artisti e del pubblico. Nonostante le difficoltà, però, la kermesse canora ha saputo mantenere la propria importanza e la propria carica emozionale, regalando momenti indimenticabili a tutti i partecipanti e ai telespettatori da casa.

E proprio per questo, la sorpresa finale è stata ancora più grande quando i Maneskin, la band giovane e sconosciuta composta da Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio, sono stati proclamati trionfatori della kermesse con il loro brano Zitti e buoni. La loro performance energica e coinvolgente ha saputo conquistare il pubblico e la giuria, facendo guadagnare loro la prima posizione.

I Maneskin rappresentano una nuova generazione di artisti, che cercano di farsi sentire con la propria musica e con il proprio messaggio. La loro canzone parla di una generazione di giovani che non vuole arrendersi alle difficoltà, che lotta per i propri sogni e che vuole farsi sentire. La loro vittoria a Sanremo è stata una grande sorpresa, ma anche una grande soddisfazione per la band, che ha potuto dimostrare la propria qualità artistica su un palcoscenico così importante.

Al secondo posto si è classificata la coppia formata da Fedez e Francesca Michielin con il brano Chiamami per nome, una canzone emozionante e intensa, che ha saputo raccontare una storia d’amore in modo originale e commovente. Fedez e Francesca hanno dimostrato di essere un’ottima coppia sia sul palcoscenico che fuori, mostrando un’affinità artistica e umana molto forte.

In terza posizione si è piazzato Ermal Meta con il brano Un milione di cose da dirti, un pezzo che ha saputo esprimere la forza e la determinazione di chi vuole lottare per ciò in cui crede. Ermal Meta con la sua performance e la sua canzone ha saputo emozionare il pubblico e la giuria, mostrando di essere un artista completo e di grande talento.
La serata di chiusura è stata caratterizzata dalle ultime performance degli artisti in gara e dalle esibizioni degli ospiti.

Achille Lauro, con la sua ultima performance in programma, ha chiuso il suo progetto creativo regalando un momento indimenticabile al pubblico presente all’Ariston e a quello da casa. La sua esibizione è stata caratterizzata da un’energia contagiosa e uno show senza precedenti, dimostrando ancora una volta la sua grande creatività e originalità.

Il presentatore Amadeus ha salutato l’Ariston con un ultimo commento, annunciando che non ci sarà un Ama Ter, lasciando intendere che la prossima edizione del Festival di Sanremo sarà completamente diversa da questa. Ci aspettano cambiamenti, sorprese e sicuramente tanto spettacolo in un’edizione che si preannuncia già come unica e indimenticabile.

In sintesi, la 71esima edizione del Festival di Sanremo è stata un’edizione storica per tanti motivi, e la vittoria dei Maneskin è stata la ciliegina sulla torta di una kermesse che ha saputo offrire emozioni, sorprese e grandi esibizioni musicali. La band ha saputo dimostrare di essere una vera rivelazione, una conferma che il talento e la passione possono portare alla vittoria anche contro tutte le difficoltà. 
I Maneskin in quanto vincitori di Sanremo, rappresenteranno l’Italia all’Eurovision Song Contest 2021 che si terrà a Rotterdam. Ci aspetta un futuro pieno di musica e di spettacolo, e non vediamo l’ora di scoprire cosa ci riserverà la prossima edizione del Festival di Sanremo.

1250 letture