“Siamo fatti cosi” arriva su Neflix trent’anni dopo la prima stagione
Siamo fatti cosiTendenze

“Siamo fatti cosi” arriva su Neflix trent’anni dopo la prima stagione

Su Netflix la prima stagione di "Siamo fatti cosi", il cartone animato che ha accompagnato i bambini di un'intera generazione verso la scoperta del proprio corpo

Netflix ci accompagna verso i ricordi della nostra infanzia, quando i cartoni animati erano un must della pedadogia e dell’intrattenimento, con la prima stagione di “Siamo fatti cosi” (o Esplorando il corpo umano), in programma sulla piattaforma già da qualche giorno.

Un cartone animato con un compito assai complesso: insegnare ai più piccoli il funzionamento del corpo umano, in tutte le sue caratteristiche. Ventisei episodi in totale che raccontano – tra semplicità e divertimento – come si sviluppa il corpo umano. Ogni episodio vede come protagonisti i globuli bianchi e quelli rossi, guidati dal loro capo Globus, un globulo rosso più anziano che insegna ai più giovani quello che succede quando una persona cresce, o quando si fa male.

Come ogni cartone che si rispetti ci sono anche qui dei nemici da affrontare: si tratta dei virus e dei batteri. Ad accompagnare ogni episodio la famosa sigla cantata da una giovane Cristina D’Avena che ha accompagnato le giornate di intere generazioni di bambini.

Il doppio titolo – Esplorando il corpo umano – fa riferimento alla lunga collana di libri di De Agostini che tanti bambini – adesso adulti – hanno acquistato per incrementare l’apprendimento delle nozioni apprese in tv.

Dimenticatevi l’ipocondria, perché “Siamo fatti cosi” è tutt’altro. È intrattenimento, divulgazione e apprendimento in stile “vecchia scuola”, ma che ha ancora tanto da insegnare ai giovani ragazzi di oggi.

190 letture